Il Bed & Breakfast Casa D'Atri vi dà il benvenuto. Naviga e scopri Casa D'Atri e le bellezze di Ponza!

 

Accesso Utenti

 


Il giro dell’isola via mare è da non perdere. La frastagliata e bellissima costa si estende per oltre 41 chilometri con coste alte fino a 100 metri e diversi rilievi che offrono scorci mozzafiato su falesie che precipitano a mare. Da vedere assolutamente è l'isola di Palmarola: Palmarola è stata definita da Folco Quilici una delle isole più belle del mondo. Si trova a circa 10 km ad ovest di Ponza ed è la terza isola per grandezza dell'arcipelago ponziano, dopo Ponza e Ventotene. Chiamata anche "la Forcina" per la sua forma, prende, in realtà, il nome dalla palma nana, unica palma originaria dell'Europa, che cresce selvatica sulla sua superficie. L'isola era nota in antichità col nome di Palmaria. E’ una tappa immancabile per chi sceglie Ponza come meta di vacanze, è un luogo meraviglioso e incontaminato da scoprire! Si organizzano splendide gite in barca con il servizio di pranzo a bordo per trascorrere una meravigliosa giornata alla scoperte delle bellezze incontaminate dell’isola. 

 Tra le spiagge a nord di Ponza troviamo  Cala Felce. Sabbiosa e sassosa, Cala Felce è situata sulla punta nord dell’isola, di fronte a Gavi. Caratterizzata da acqua cristallina,  è un paradiso incantevole. Le piante di felce sono parte integrante del luogo, così come le pietre sulfuree che donano una tonalità gialla a parte della cala. Cala Felce è esposta al sole al sole dalle 10.30 alle 15.00. Accessibile solo via mare, si può raggiungere con un taxi barca da Cala Fonte, altra spiaggia tutta da scoprire. Abbiamo, poi, la spiaggia di Cala Gaetano. Per raggiungerla  occorrerà percorrere una scalinata di circa trecento gradini, ma alla fine ne sarà sicuramente valsa la pena! Incontaminata, dai fondali limpidi, multicolori e popolati da tante specie di pesci, è una spiaggia di scogli raggiunta dal sole fino alle 16.00. Da Cala Gaetano è possibile nuotare fino alle spiagge di Punta dell’Ebreo.

Spiagge a sud di Ponza - Chiaia di Luna: Detta anche “Cala di Luna” è considerata una delle spiagge più belle e magiche del Mediterraneo, ha un tunnel romano lungo 170 metri dotato di lucernari per garantire l’illuminazione. Si può raggiungere via mare, è circondata dalla falesia di tufo che le conferisce un colore chiaro che va dal giallo al bianco. Il tunnel e la necropoli a picco sul mare testimoniano il fatto che Chiaia di Luna fungesse da porto per i greci e i romani.

Spiagge a est di Ponza -Spiaggia di Frontone: è la spiaggia più famosa di Ponza, accessibile sia via terra attraverso un sentiero un po’ difficile da percorrere sia via mare, essendo vicinissima al porto, grazie ai frequenti ed efficienti servizi di taxi barca. La piaggia è ampia, dotata di servizio ombrelloni ed è incastonata in un paesaggio bellissimo. Sempre a est dell'isola troviamo Cala del Core. Grazie all’intrusione magmatica la roccia ha la forma di un cuore che sembra grondare sangue. Raggiungibile via mare, è sicuramente una meta romantica, un luogo magico da scoprire e da vivere. La baia è caratterizzata anche dall’omonima grotta del Core. Tra le spiagge a ovest di Ponza troviamo Chiaia Dell’Acqua. Una piccola sorgente di acqua dà il nome a questa spiaggia situata nell’area Le Forna, fra le più popolari fra i visitatori  per le tante calette raggiungibili a piedi. Chiaia Dell’Acqua è raggiungibile a piedi tramite una piccola stradina e, a differenza di molte altre spiagge che verso le quattro del pomeriggio vanno incontro all’ombra, resta soleggiata dalle 8.30 fino a mezz’ora prima del tramonto. Sempre a ovest troviamo Cala Feola che prende il suo nome dai coloni che abitavano la zona. Alla destra della cala (guardando verso il mare) ci sono le famose Piscine Naturali, chiamate anche “Fontone”. Accessibile anche via terra tramite un sentiero, Cala Feola è soleggiata dalle 9.30 alle 16.00. È una spiaggia libera; tra i servizi, bar/ristorante, noleggio di barche e pedalò, un centro di immersione subacquea per chi ama scrutare i fondali.

 

Da non perdere la visita alle Grotte di Pilato Grotte di epoca romana, scavate nella roccia e utilizzate in tempi antichi per l’allevamento delle murene. Paesaggio incredibile, mare limpidissimo, una tappa imperdibile. Per chi visita Ponza immancabile sarà un'escursione presso queste grotte marine, raggiungibili solo tramite noleggio barca (consigliato l'ausilio di una guida), che un tempo facevano da piscine private per i nobili antichi Romani (da qui il nome). All'interno di queste grotte sono scavati sentieri e cunicoli che permettevano ai Romani di accedervi dalle loro ville che si trovavano in alto sul promontorio. Passando attraverso queste stradine interne si arriva a "finestre" da cui si gode di uno stupendo panorama del mare e delle calette nascoste, e a stanze interne usate per chissà quale scopo, ma soprattutto alle piscine , in cui i gli antichi facevano il bagno, e a quelle denominate " vasche delle murene", in cui si diceva venissero gettati i condannati legati, da alture soprastanti, per esser dati in pasto alle simpatiche creature da cui tali vasche prendono il nome.

Consigliabile anche una passeggiata a Le Forna fino a Punta d’Incenso. La Frazione di Le Forna è attraversata da una strada che conduce fino alla terrazza di Punta dell’Incenso dove è possibile godere di una vista mozzafiato sulla costa selvaggia con rocce che strapiombano nel mare blu.

E come rinunciare ad una passeggiata serale e romantica lungo il porto borbonico: ha una forma semicircolare ed è il simbolo più puro dell’architettura borbonica della seconda metà del Settecento. il Porto è composto dalle banchine esterne (molo Musco) e di terra (Tenente di Fazio), la prima culminante nel fanale, la seconda a Punta Bianca, attracco di motonavi e unica via d’accesso dal porto alla città. Il porto è il cuore dell'isola, ricco di bar, locali e negozi. 

 

 

 
 
 
 
 
 
 

 

 

Bed and breakfast Casa D'Atri di Gaetanina D'Atri - Via Scotti di sopra 04027 Ponza (LT) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.